Vai a sottomenu e altri contenuti

Essere cittadino

Essere cittadino

I diritti del cittadino sono i diritti che gli uomini acquistano nel momento in cui costituiscono una civitas, o entrano a far parte di essa, e con un patto volontario di autolimitazione della loro libertà, potenzialmente illimitata, stabiliscono che sia lo Stato a statuire sulle modalità di esercizio di tali libertà e diritti individuali.

I diritti del cittadino, dunque, si realizzano completamente nel rapporto cittadino-Stato e comprendono anche una serie di doveri verso lo Stato stesso; nascono con l'entrata dell'individuo nello Stato e cessano sia con la morte dell'individuo sia con l'interruzione di tale rapporto cittadino-stato, ad esempio del caso di perdita della cittadinanza.

È fondamentale puntualizzare come i diritti del cittadino possano essere compressi o ampliati dallo stato stesso, nell'esplicazione del potere di decidere e disporre di tali diritti in forza del patto volontario del cittadino stesso, una volta entrato a far parte della civitas; un esempio di compressione può essere la perdita del diritto di voto in seguito a reato; in positivo, invece, si può avere un'espansione dei diritti del cittadino quando un soggetto sia cittadino di più stati (doppia cittadinanza) o con l'entrata degli stati nell'Unione Europea (cittadinanza europea che si somma a quella dello stato di origine).

La sezione racchiude in se tutte le informazioni circa i procedimenti attinenti all'ESSERE CITTADINO di competenza del Comune.

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizi Demografico
Referente: Annalisa Porru
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele 28, 09010 Pula (Ca)
Telefono: +3907092440227/213
Fax: -
Email:
Email certificata: protocollo@pec.comune.pula.ca.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto