Vai a sottomenu e altri contenuti

Annullamento in autotutela di PREAVVISI 'di cortesia' emessi in presenza del pagamento del periodo di sosta

Coloro i quali, pur avendo provveduto al pagamento della sosta secondo quanto imposto dalla segnaletica e dal N.C.d.S., hanno ritrovato sul veicolo un preavviso 'di cortesia' di sanzione amministrativa per violazione del Nuovo codice della strada a causa della caduta del titolo comprovante il pagamento all'interno del veicolo od al suo cattivo posizionamento, possono provvedere a richiedere l'annullamento in autotutela del preavviso per 'evidente pagamento del periodo di sosta'.

Le istanze dovranno essere inoltrate all'indirizzo mail ordinario ed anche PEC: protocollo@pec.comune.pula.ca.it

Tutte le istanze di cui al presente procedimento verranno valutate singolarmente e se accolte verranno inserite in un atto Dirigenziale generale in cui si darà atto dell'annullamento in autotutela del preavviso 'di cortesia', tale determina viene emessa bimestralmente riunendo tutti gli annullamenti in autotutela effettuati per la stessa motivazione, coloro i quali presentano l'istanza riceveranno nell'arco dei 90 giorni successivi una comunicazione massiva relativa al procedimento.

Tutti coloro i quali, ricevendo un sommario procedimento verbale di contastazione notificato a norma di Legge nella residenza e/o domicilio, riterranno di rientrare nella casistica di cui sopra dovranno comunque esperire i rimedi previsti per Legge nei termini per opporre ricorso presso il Giudice di Pace o il Prefetto competenti per territorio, secondo quanto comunque indicato all'interno del Sommario Procedimento Verbale di contestazione.

Requisiti

Coloro i quali vogliano provvedere alla richiesta di annullamento in autotutela dovranno rispettare i seguenti requisiti: - Essere in possesso del titolo di pagamento attestante la data, l'ora e la targa del veicolo; - Essere in possesso del preavviso di sanzione amministrativa emesso non oltre i 10 giorni antecedenti la richiesta;

Costi

Il procedimento è totalmente gratuito.

Normativa

Corte di Cassazione - Sentenza n. 8282/2016 del 27.04.2016


MINISTERO DELL'INTERNO - Direzione Generale per l'amministrazione generale e per gli affari del personale - Ufficio Studi per l'Amministrazione Generale e per gli Affari Legislativi - CIRCOLARE N. 66 - Prot. M/2413 del 17/07/1995.

Documenti da presentare

L'istanza può essere presentata in carta semplice riportante:

- I dati anagrafici completi di chi richiede l'annullamento;

- I dati anagrafici completi del proprietario del veicolo se differente da colui o colei che presenta l'istanza;

- La dicitura:

'richiede l'annullamento in autotutela del preavviso di sanzione amministrativa n. _____ del _____ relativa al veicolo targa ______ per evidente pagamento del periodo di sosta'

- Luogo e data;

- Firma

L'istanza dovrà essere corredata da:

- Scansione o fotogramma del preavviso di sanzione amministrativa;

- Scansione o fotogramma del titolo di pagamento da cui si evinca l'ora, la data e la targa del vecolo;

- Scansione o fotogramma del documento di identità in corso di validità di chi presenta l'istanza;

Termini per la presentazione

L'istanza deve essere presentata nel termine di 10 giorni, oltre tale termine l'Ufficio provvede a elaborare i preavvisi ai fini dell'invio, trasformandoli in Sommari Procedimenti Verbali che escono dalla materiale disponibilità del Comando per il procedimento di annullamento.

Incaricato

Agente di Polizia Locale Cristian Pisano - Comandante Capitano di P.L. Dott. Matteo Bertocchi

Tempi interni

30 giorni

Tempi esterni

Non definibili

Tempi complessivi

30 giorni

Termini e modalità di ricorso

Il procedimento non è sottoposto a ricorso in quanto il preavviso 'di cortesia' non può essere oggetto di ricorso, il rigetto dell'istanza di annullamento in autotutela consta nell'invio del Sommario Procedimento Verbale secondo norma di Legge ed è sottoposto alle modalità ed ai termini di ricorso previsti per le Sanzioni Amministrative per violazioni al Nuovo Codice della Strada.

Note

- Si ricorda a tutti i cittadini che presentare ricorso al Giudice di Pace od al Prefetto avverso un preavviso di cortesia rende il ricorso stesso inammissibile, per proporre ricorso sarà necessario o seguire la procedura qui descritta o provvedere ad opporre ricorso una volta che sarà stato notificato il Sommario Procedimento Verbale presso la residenza e/o il domicilio del proprietario del veicolo/obbligato in solido.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto